discoteca-in-spiaggia

Un regolamento per la movida. Questo il senso di un’ordinanza emessa dal sindaco di Terracina, Nicola Procaccini, e che disciplina la vita notturna.

 

 

L’ordinanza riguarda gli esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande e gli esercizi d’intrattenimento e svago. L’orario di apertura deve essere non antecedente le 4.30, mentre l’orario di chiusura, non oltre le 4.00. Per quanto riguarda le attività di d’intrattenimento danzante o musicale all’aperto da parte degli esercizi che svolgono prevalentemente attività di somministrazione di cibi e bevande (compresi gli stabilimenti balneari), questi devono chiudere entro le ore 1:00, dunque, un’ora in meno rispetto alla precedente ordinanza. Le attività sulla spiaggia potranno chiedere e ottenere l’autorizzazione a proseguire fino alle 4 del mattino.

Dopo le 22, la somministrazione di bevande nei pubblici esercizi (compresi gli stabilimenti balneari), sarà consentita esclusivamente all’interno di bicchieri e contenitori di plastica, ad eccezione nei casi di consumazione di pasti.

I gestori dei locali dovranno evitare di far uscire dai loro esercizi oggetti in vetro o ceramica contenenti bevande, e queste dovranno essere consumate solo negli spazi dei locali. Sempre i gestori dovranno occuparsi della pulizia e del decoro, oltre che della sicurezza di persone e cose, tutelando in questo modo anche i residenti. In caso di inosservanza scatteranno sanzioni che possono arrivare fino alla sospensione dell’autorizzazione per le attività.

“Con questa ordinanza si è tentato di costruire un percorso per il turista e il cittadino che vuol vivere appieno la nostra città – ha detto il sindaco Nicola Procaccini – . In particolare, si è cercato di trovare il difficile equilibrio tra chi vuole riposare e chi desidera divertirsi o lavorare. In questa complessa ricerca di soluzioni equilibrate e compatibili con la normativa in vigore, ringrazio il consigliere comunale Sara Norcia, gli operatori del settore, i componenti della Commissione Pubblici Spettacoli e tutti coloro che in queste settimane hanno partecipato alla elaborazione delle regole che poi siamo andati a definire. È sempre molto complesso trovare il giusto punto di equilibrio fra riposo e divertimento notturno. Lo sforzo è quello di coniugare le esigenze di tutti tenendo conto chel’intrattenimento rappresenta un importante comparto dell’economia terracinese, molto cresciuto in questi anni, quantitativamente e qualitativamente. L’industria del divertimento (accanto alla qualità della ristorazione) è diventata un fattore attrattivo fondamentale per la nostra città, a cui certamente vanno date delle regole precise, ma senza precluderne l’esistenza e lo sviluppo negli anni a venire”.

“Sicuramente è stato un lungo e duro lavoro, frutto di una piena collaborazione di squadra, che ha dato delle regole a un aspetto rilevante della città di Terracina, quello della movida notturna – le parole del consigliere comunale Sara Norcia –. Si tratta di un’ordinanza complessa, che non riguarda solo il semplice intrattenimento, ma si concentra anche sul rispetto delle regole di tutela del decoro urbano da parte dei pubblici esercizi: a tale scopo abbiamo stabilito di far obbligo a tutti gli esercizi di mantenere pulito lo spazio all’esterno della loro attività e garantire la sicurezza sia dentro che fuori dai loro locali. Le attività che non rispetteranno tali disposizioni saranno soggette, pertanto, a sanzioni amministrative”.

https://i2.wp.com/www.terracinaweb.com/wp-content/uploads/2017/04/nicola-procaccini.jpg?fit=626%2C389https://i2.wp.com/www.terracinaweb.com/wp-content/uploads/2017/04/nicola-procaccini.jpg?resize=150%2C150Roberto SantoroComuneLavoroMusicaNotizieDi Eleonora Spagnolo Un regolamento per la movida. Questo il senso di un’ordinanza emessa dal sindaco di Terracina, Nicola Procaccini, e che disciplina la vita notturna.     L’ordinanza riguarda gli esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande e gli esercizi d’intrattenimento e svago. L’orario di apertura deve essere non antecedente le 4.30, mentre...

Commenti

commenti