# 287912

CENTRO CONGRESSI ARENE

Patrimonio cittadino

access_time Maggio 15, 2021 person Redazione thumb_up 0
  • Attiva
  • Chiusa

Descrizione

Articolo di Prof. Carmelo Palella
CENTRO CONGRESSI ARENE – ANNI 11 e 306 GIORNI
La prima data da cui si è partiti (28.05.99) è contenuta in un documento rintracciato sul web (CC092 http://terracina.gasparilb.it ) (MI SEGNALANO CHE IL LINK NON E’ ATTIVO – E’ STATO RIMOSSO- CHI LO VUOLE LO POTRA’ AVERE CON RICHIESTA A ME SU MESSENGER) che corrisponde ad un Verbale del Consiglio Comunale, nel quale non è riportata la data in calce, ma nella premessa c’è un – VISTO “- con atto consiliare 28.05.1999, n.24, è stato adottato il progetto di completamento del Piano di Zona 167 del quartiere “Arene I” al fine di prevedere e completare le zone destinate a servizi non ancora attuate del Piano di Zona previgente”.
Considerato che c’è la data certa della “determinazione di aggiudicazione della gara n.490/Gen del 19.06.2009”, il conteggio del crono sopra riportato fa riferimento a tale epoca.
Nel verbale citato è registrato l’intervento di Golfieri che dichiara “Fa voti ed invita l’Assessore a farsi carico che il Centro Congressi previsto, che verrà donato al Comune, sia chiavi in mano per evitare ulteriori perdite di tempo e per permettere alla città e all’Amministrazione di utilizzarlo il più presto possibile”.
Nello stesso verbale “Pietricola Domenico – Definisce la proposta un documento urbanistico importante che è bene approvare. Comunque riferisce e manifesta delle incertezze sul problema della realizzazione dell’opera che deve essere donata al Comune, in quanto lui è a conoscenza che trattasi di piscina e non di Centro Congressi”.
Successivamente viene recuperata una notizia che risale al 06.08.14 (www.anxurtime.it/nuovi-accertamenti-al-parco-arene/); nell’articolo si parla di “nuovi sviluppi l’inchiesta della procura di Latina sul maxi centro commerciale e residenziale di via badino a Terracina” (Sicuramente, quindi, la data di inizio di questi lavori è antecedente a quella da cui parte la mia crono misurazione del tempo . . . )
L’esposto chiede “di verificare la legittimità dei permessi a costruire rilasciati per la realizzazione del centro commerciale, degli appartamenti e del centro congressi in fase di completamento alle porte della città. In particolare, che venga verificato il possesso dei requisiti edilizi, sanitari ed urbanistici come recita la legge per l’esercizio di attività commerciali aperte al pubblico, nonché il possesso alla data di inizio attività 26 giugno 2014 del certificato di agibilità, delle autorizzazioni allo scarico e di ogni altro requisito previsto dalla normativa vigente”.Il progetto, lo ricordiamo, prevede oltre ad unità abitative anche la realizzazione di un centro commerciale già quasi ultimato, un palazzo congressi ed aree destinate a servizi e a verde pubblico”.
In data 05.01.18, viene annunciato dall’Amministrazione di Terracina (https://www.latinaoggi.eu/…/terracina-novita-sul-piano…) che “La giunta comunale di Terracina ha licenziato oggi una deliberazione con la quale si approvano le proposte di modifica al progetto relativo ai lavori di completamento dei servizi di quartiere insistenti nell’area del “Parco Commerciale Arene” (quartiere “Arene 1”), con particolare riferimento al miglioramento dell’impianto antincendio della struttura, alla riduzione del consumo energetico e al completamento del costruendo centro congressi”. . . . e “si è avuta conferma che il centro congressi sarà pronto entro la fine di quest’anno, consentendo alla città di Terracina di disporre, finalmente, di una adeguata struttura pubblica dedicata alla convegnistica. Il sindaco Procaccini afferma che “si tratta di un passaggio importante relativo ad un’opera significativa per Terracina sia sotto l’aspetto economico sia dal punto di vista socio-culturale”. . . . “Il centro congressi tra qualche mese sarà una realtà di cui beneficerà tutta la nostra comunità”. Anche l’assessore all’Urbanistica Pierpaolo Marcuzzi si dice soddisfatto “per il prossimo completamento di opere, in gran parte già attive da tempo, che hanno creato una vasta area attrezzata e ricca di servizi prima assenti. Da quartiere essenzialmente residenziale, ora si è trasformato in un polo d’attrazione sociale ed economico per tutta la città”.
Lo stesso annuncio, sostanzialmente, viene riportato da altra testata giornalistica il 06.01.18
L’11.06.19 la stampa riporta
“La situazione igienico-sanitaria del Parco commerciale Arene di Terracina è allucinante”. La consigliera comunale Valentina Berti del Partito democratico chiede lumi all’amministrazione comunale.
L’intervento dell’esponente dem scaturisce da un dibattito innescatosi sul web, a seguito di un post di Igino Di Lello che a testimonianza del degrado dell’area ha offerto una serie di foto (alcune delle quali pubblicate in questo spazio): “Queste sono le condizioni in cui si trovano gli edifici incompiuti del Parco Commerciale Arene, ormai da anni lasciati alla deriva. Accanto ci sono abitazioni, chiesa, Conad Superstore e tantissime persone che ogni giorno transitano in quella zona. E’ una vergogna, chi dovrebbe intervenire?”.
Ed ecco che alla domanda ha risposto il sindaco europarlamentare Nicola Procaccini: “Purtroppo è un cantiere privato. Faremo la nostra parte con un’ordinanza immediata e denunceremo tutto alle forze dell’ordine”.
La risposta del sindaco è apparsa fuorviante alla consigliera di opposizione Berti la quale sottolinea che ha più volte segnalato il problema ma che purtroppo non si muove nulla.
“Mi risulta – spiega la perplessità sulle parole del sindaco – che alcune zone verdi sono state già consegnate al Comune ma rimangono recintate e in balia di atti vandalici e di situazioni poco chiare. Non possiamo assolutamente rimanere immobili di fronte a tale degrado. Come Partito Democratico abbiamo segnalato anche più volte i ritardi della consegna del parco e tutto quanto c’è di poco chiaro. Un progetto che prevedeva la consegna di aree al Comune contestualmente all’apertura di parti private. Ma quando???? Vorremmo finalmente che fosse fatta chiarezza”.
Il 13.06.19 si legge, sostanzialmente, sulla stampa la descrizione della stessa situazione (http://www.anxurtime.it/area-arene-berti-pd-sugli…/…) “Sugli edifici incompiuti dell’area Arene si registra un nuovo intervento politico, questa volta della consigliera comunale del Partito Democratico Valentina Berti. «La situazione igienico-sanitaria dell’area – afferma – è allucinante. Ho più volte segnalato il problema ma purtroppo non si muove nulla. Mi risulta che alcune zone Verdi sono state già consegnate al comune ma rimangono recintate e in balia di atti vandalici e di situazioni poco chiare. Non possiamo assolutamente rimanere immobili di fronte a tale degrado». Berti fa riferimento a sporcizia, segni ben evidenti di “accampamenti” di senzatetto. «Come Partito Democratico abbiamo segnalato anche più volte i ritardi della consegna del parco e tutto quanto c’è di poco chiaro. Un progetto che prevedeva la consegna di aree al comune contestualmente all apertura di parti private. Ma quando? Vorremmo finalmente che fosse fatta chiarezza”.
Infine il 06.01.21 la stampa riporta la notizia di una “Istanza di accesso alle informazioni per intervento di rigenerazione urbana” da parte di Legambiente
nella quale si fa riferimento a come “Negli ultimi anni abbiamo infatti assistito ad una serie di interventi urbanistici in cui l’Amministrazione ha lasciato mano libera al privato, come il PARCO ARENE dove il privato, dopo essere stato beneficiato di un corposo e redditizio intervento edilizio, non ha completato e lasciato alla deriva proprio quello spazio pubblico, come il Centro Congressi, che doveva diventare il fiore all’occhiello della Città”.
Ed a oggi . . . ?

Foto

Commenti

comment Non sono presenti commenti

Località

place

Timeline

Attiva
Segnalazione comunicata e pubblicata 1 mese fa da Redazione