“Lassù Sugli Altopiani”, Il Romanzo di Giuseppe Scarpino e Fabio Arduinisarà presentato a Terracina

“Lassù Sugli Altopiani”, Il Romanzo di Giuseppe Scarpino e Fabio Arduinisarà presentato a Terracina

Il Nuovo Lavoro Per La Casa Editrice “26 Lettere” Ha Riscosso Successi Al Salone Internazionale Del Libro Di Torino

Nuovo romanzo per la Casa editrice 26 Lettere Edizioni. Si tratta di “Lassù sugli Altopiani” scritto a quattro mani da Giuseppe Scarpino e Fabio Arduini. La prima presentazione del romanzo è avvenuta in occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino, dove la casa editrice già da diversi anni è presente con uno stand di riferimento.

Sabato 27 maggio, alle ore 18.30, in piazza Santa Domitilla a Terracina ci sarà invece la presentazione ufficiale in terra pontina, dove non solo nasce la Casa Editrice, ma dove risiedono i due autori. Durante l’evento, condotto da Antonio Di Trento, la colonna sonora sarà curata dal sassofonista Umberto Palmacci.

“Lassù sugli Altopiani” è un libro che coniuga insieme temi quotidiani, come l’amicizia e lo sport, a quello sicuramente più ecumenico e gravoso rappresentato dalle condizioni di vita nel cosiddetto terzo mondo.

«La storia dei maratoneti Gianni e Janai – scrive nella sua prefazione l’ex atleta e giornalista Franco Fava -, in cui svolge un ruolo solo apparentemente marginale Aldo, un allenatore d’altri tempi, riesce ad andare oltre i concetti puramente agonistici. Ma che anzi, proprio partendo dall’abusato concetto di amicizia e rivalità da sempre presente nello sport, va a scavare con sensibilità nel profondo di due personalità ben distinte per darci alla fine, se non proprio una risposta, almeno una buona dose di speranza verso una convivenza più partecipata».

Giuseppe Scarpino, mente dalla quale è partito l’incipit della storia, è nato a Colosimi in Calabria, ma vive a Terracina. E’ autore di brani musicali, alcuni dei quali pubblicati nel suo primo cd con il gruppo Alta Quota (anche titolo del disco), “Lassù sugli Altopiani” è il suo romanzo d’esordio.

Fabio Arduini, nato a Roma, ma anche lui residente a Terracina, ha vinto il primo premio al concorso letterario Terracina Book Festival e il premio Maestro della Cultura 2013. “Bella prof!”, pubblicato da Prospettivaeditrice, è il suo terzo libro ed il suo primo romanzo seguito da, sempre per la stessa casa editrice, “Il parroco degli invisibili”. “Lassù sugli Altopiani” è il suo primo romanzo a quattro mani.

26 Lettere Edizioni è una casa editrice nata a maggio 2013 a Fondi, che ha al suo attivo una collana per ragazzi intitolata “I Pupazzetti”, che conta al momento i titoli “Sette” di Didone Irtelli, “Fantasticando” a cura di Maria Ilaria Parisella, “Le indagini di Miki Magholmes” di Elena Nallo, “Il clarinetto giramondo” e “Il flautino” di Giuseppe Riccio. Tra i testi in catalogo si segnala anche “La Primavera del 1963. Il circolo universitario” di Gaetano Carnevale; “Noi e Lui. Racconti ad Alberto Moravia”, antologia del Concorso nazionale Cesira, la ciociara; “Momenti” di Silvio Sangiorgi e Alessandro Leonoro, “La storie della Semprevisa” di Fausto Orsini.  Ha pubblicato inoltre i romanzi “Le campane di Sherborn” di Michele Barile, e “Giorni in divisa” di Antonio Mangolini.

Tratto da: Latina Oggi

“Lassù Sugli Altopiani”, Il Romanzo di Giuseppe Scarpino e Fabio Arduinisarà presentato a Terracina

The Great White Silence :: Maggio dei Libri

Biblioteca comunale Olivetti

Terracina Via Adriano Olivetti (LT) Italy
Venerdi  19 Maggio  2017  22:00    Venerdi  19 Maggio  2017 23:59
Biblioteca comunale Olivetti
Il desiderio dell’uomo di lasciare una “traccia” nella storia del mondo, documentato dal cinema, dalle riprese d’epoca originali di Herbert Ponting, che documentò la “spedizione Terra Nova” nel Polo Sud, guidata tra il 1910 e il 1913 da Robert Falcon Scott.

Un viaggio verso l’ignoto, sospeso tra grandezza e tragedia e inevitabilmente muto. Ecco perché Rigolò e “Collettivo la melassa” di Francesco Tedde, con “The Great White Silence” decidono di tuffarsi nell’impresa di dare un suono a questo documento dei primi del Novecento, musicando dal vivo le leggendarie riprese d’epoca della spedizione, tra ipinguini che nascono, enormi iceberg, esploratori pronti a tutto per compiere la missione.

ARCHI, CHITARRE, BATTERIA SCANDIRANNO “LIVE” QUEI MOMENTI NEL CORTILE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE “OLIVETTI”, IN OCCASIONE DE IL MAGGIO DEI LIBRI, IN UN VIAGGIO CHE È CINEMA, MUSICA E NARRAZIONE.

Jenny Burnazzi, Andrea Carella, Andrea Napolitano e Francesco Tedde hanno già sperimentato l’insonorizzazione il primo Aprile 2015 al CISIM di Lido Adriano.

The man’s desire to leave a trace in the history of the world, recounted by Herbert Ponting’s original footage, documenting the “Terra Nova Expedition”, which saw Robert Falcon Scott team, between 1910 and 1913, starting to the conquest of the South Pole. A journey to the unknown and extreme.

Rigolò, founded by Comaneci’s leader, and Francesco Tedde’s “Collettivo la melassa” will play a live soundtrack of the original film. “The Great White Silence” is the challenge to give a sound to that legendary images of the early twentieth century, among penguins that arise from deposited eggs, huge icebergs and the team of explorers ready to cope with rigid temperatures to succeed in the mission.

Bows, guitars, drums mark those moments, as only the post-rock genre can do, as they teach the Mogwai. The collective Rigolò consists of Jenny Burnazzi, Andrea Carella, Andrea Napolitano and Francesco Tedde. We chose to include “The Big White Silence” in “Il Maggio dei Libri”, to show how music is able to unite stories, narratives, documents, history and memory.

Preview: https://vimeo.com/167422323

“Lassù Sugli Altopiani”, Il Romanzo di Giuseppe Scarpino e Fabio Arduinisarà presentato a Terracina

Il Cunsolo: la presentazione del libro di Floriana Giancotti a Terracina

IL ’68 E LA RIBELLIONE GIOVANILE

Il Cunsolo: la presentazione del libro di Floriana Giancotti a Terracina

Il movimento del ’68, la ribellione giovanile, i mutamenti nei comportamenti e nell’educazione delle ragazze all’interno di una famiglia tradizionale “sconvolta” dalla grande contestazione studentesca e operaia, questi i temi conduttori del libro di Floriana Giancotti, “Il Cunsolo”, della Atlantide editore, con prefazione di Antonio Pennacchi, che verrà presentato a Terracina presso il Palazzo della Bonificazione Pontina, venerdì 28 aprile alle ore 17:30 con l’introduzione dell’on.le Vincenzo Recchia, già sindaco della città e qui partecipe in gioventù dei movimenti studenteschi descritti nel libro.

Il romanzo è ambientato a Latina che in quegli anni, come Terracina, visse con intensità le inquietudini generazionali, le utopie politiche e le lotte che reclamavano giustizia sociale e uguaglianza. L’inizio della storia vede quattro fratelli riunirsi con le loro famiglie per ricordare il padre recentemente scomparso. Durante il lungo pranzo, il cùnsolo appunto come viene chiamato nei paesi lepini il banchetto consolatorio per la perdita di un familiare, ripercorrono la loro vita, dall’infanzia in un piccolo paese collinare fino al trasferimento nella città nuova, Latina, proprio durante gli anni del boom economico e delle lotte studentesche. Tra una portata e l’altra, sollecitati dal buon vino che scorre in abbondanza e incalzati dalle domande dei nipoti, i ricordi riaffiorano impietosi demolendo l’immagine di una famiglia e di un’educazione “perbene” che tutti hanno contestato in modi diversi a seconda dell’età. Le sorelle del giovane protagonista, Chicco, vivono con entusiasmo la modernità che cambia le loro vite portandole a scelte diverse da quelle che i genitori avevano immaginato per loro, ed accompagnano nella crescita l’unico fratello maschio difendendolo dalla severità dei genitori, della scuola e della società. Chicco, inizialmente tutto preso dal calcio, giocatore del Cos Latina, e dalle nuove mode dell’abbigliamento e dei capelli, approda all’università, dove si butta nel movimento studentesco e poi in Lotta continua. L’arrivo della violenza tanto evocata negli slogan scuoterà il giovane che la rifiuterà abbracciando nuove scelte di vita e di impegno.

Floriana Giancotti, per molti anni preside del Liceo scientifico “Majorana” di Latina, attenta studiosa del territorio pontino ha partecipato alla vita politica della città come consigliere comunale e recentemente collaborato con il Comune di Ventotene come Assessore alla cultura. Nel 2011 ha pubblicato con l’editore Sovera il suo romanzo d’esordio: “A dìje piacènte”, romanzo storico ambientato nel sud pontino, tra ottocento e metà del novecento.

Tratto da http://www.ilcaffe.tv/articolo/33529/il-cunsolo-la-presentazione-del-libro-di-floriana-giancotti-a-terracina